Scout the River

webIl progetto Scout the River intende valorizzare il territorio del fiume Oglio a Soncino, attraverso una serie di azioni integrate per promuovere la consapevolezza del sistema fluviale, la fruizione del paesaggio e della Colonia Fluviale.

Il progetto nasce dall’attivismo fluviale degli scout soncinesi e si è candidato al bando Think Town 2016 del Comune di Crema ricevendo un cofinanziamento per realizzare parti del progetto nell’ambito del Piano Territoriale per le Politiche Giovanili (Progetto finanziato con decreto n. 6507 del 31/07/2015 pubblicato sul BURL Serie Ordinaria n. 322 del 06/08/2015). E’ stato sviluppato con il patrocinio del Comune di Soncino, del Parco Oglio Nord, del Gruppo H Quartier Brolo e dell’Oratorio San Paolo di Soncino.

Scout the River intende capitalizzare l’esperienza e le lezioni apprese dagli Scout di Soncino all’interno dell’ambiente del fiume, rendendo maggiormente fruibili gli spazi della Colonia Fluviale come perno di una nuova attrattività e consapevolezza dello straordinario territorio della valle dell’Oglio.


Fiume Oglio a Soncino, una valle plasmata dall’acqua e dall’uomo

Il fiume Oglio con i suoi 280 km è il secondo affluente del Po, fin da quando era il confine medioevale tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia il fiume e la sua valle hanno plasmato il territorio soncinese. Il terrazzo alluvionale del fiume e le canalizzazioni hanno consentito la fertilità agricola e la ricchezza della comunità: è infatti in questa zona dell’Oglio che si attestano le prese di quattro importanti navigli, dai quali successivamente si diramano rogge e canali. Questo presidio del territorio è sempre avvenuto in un equilibrio sapiente, tra sfruttamento delle risorse naturali e sostenibilità ambientale. La forza idraulica ha modellato il declivio naturale che lentamente conduce dal basso letto del fiume, sino alle alture della valle sulle quali sono sorti i centri urbani medievali di Soncino ed Orzinuovi.

Fotografie Paola Cominetti e Francesco Premoli

Gli scambi commerciali avvenivano grazie ai porti fluviali, la navigazione consentiva non solo il crescere dell’economia locale ma anche gli spostamenti tra comuni che seppur vicini per distanza, erano irraggiungibili per altre vie. Le acque consentivano sì la pesca e l’irrigazione dei campi ma anche il funzionamento dei mulini, sia per macinare granaglie e ottenere farine che per lavorare ferro e argilla. La mano dell’uomo ha contribuito notevolmente a mutarne l’aspetto, sempre però con estremo rispetto per quella forza ingombrante che era bene non far arrabbiare. Negli archivi storici dei Comuni sulle sue rive ancora si ricordano le piene dell’Oglio: spazzava via ogni cosa, distruggeva raccolti e cascine.

I canali artificiali e le rogge svincolano dal fiume e si inoltrano nell’aperta campagna. Chiuse, mulini, ponti raccontano le vicende di chi ha abitato questi luoghi e ne ha saputo cogliere le virtù. Con il passare degli anni l’industria si è appoggiata al fiume: filande e setifici si spostarono dalle cascine a fabbriche costruite sulle rive dell’acqua.
Sin dai tempi più antichi i contadini della valle producevano la seta grazie all’allevamento dei bachi, reso possibile dalla forte presenza dei gelsi.

Con l’avvento della rivoluzione industriale nuove forze motrici più efficienti soppiantarono la forza dell’acqua e la sua economia. Il bosco fluviale scomparse gradualmente, lasciando lo spazio a culture estensive improntate all’efficienza produttiva. Negli anni 90, agli albori della consapevolezza ambientale, venne istituito il Parco Regionale dell’Oglio Nord. L’approccio vincolistico fece rifiorire gli ultimi residui di boschi planiziali fluviali e, specialmente nel territorio soncinese, il fiume tornò al centro di un complesso sistema ambientale composto dal corso fluviale, sponte naturali, anse e langhe, zone umide, ambiti boschivi nei quali flora e fauna sono tornate a far crescere la biodiversità, dotando il territorio di una serie di servizi ecosistemici a beneficio dell’ambiente e dei suoi abitanti.

14790754908_80d32c6d0a_k

L’esperienza del Gruppo Scout Soncino1 nell’ambiente del Fiume Oglio

mappa-cronoIl Gruppo Scout Soncino1 è una realtà associativa attiva a Soncino dal 1985, attua un metodo educativo scout rivolto ai ragazzi (8-21 anni) fortemente indirizzato al concetto dell’imparare facendo. L’ambiente dell’acqua, con mari, fiumi, laghi, completa lo spazio naturale che lo scoutismo propone ai ragazzi ed alle ragazze attraverso la vita all’aperto.

Dal 2010 gli scout soncinesi hanno sviluppato diverse attività specificatamente indirizzate all’ambiente del fiume Oglio attraverso giochi ed uscite ambientati proprio all’interno del Parco dell’Oglio quali orienteering nei boschi fluviali, tecniche di salvataggio in acqua, discese fluviali in gommone, escursione ciclabile di 7 giorni da Soncino a Venezia lungo l’Oglio ed il Po, giornate di raccolta dei rifiuti, eventi scout come i Challenge, i pre-Challenge ed i San Giorgio nel territorio della valle fluviale.
Dal 1995 il Gruppo Scout dispone di un’ala della Colonia Fluviale di Soncino che ha contribuito a riqualificare in supporto al grande lavoro messo in campo dai volontari del Gruppo H Quartier Brolo, di cui gli scout soncinesi sono soci, questa associazione è impegnata nella Festa del Fiume, una grande occasione di socialità e raccolta fondi per progetti ad elevato impatto sociale. Dal 2014 è in corso la sistemazione di una nuova zona della Colonia da destinarsi a base scout fluviale a disposizione degli scout soncinesi e degli altri gruppi scout.


Mappatura dei percorsi per fruire il territorio ed i sentieri del Parco dell’Oglio

Scout the River intende promuovere la scoperta dell’ambiente terrestre, valorizzando i percorsi fruitivi nella valle del Fiume Oglio a Soncino (come la Ciclovia del Fiume Oglio), connettendo zone ad elevata qualità paesaggistica ed ambientale attraverso la mappatura della sentieristica ciclopedonale tra la Colonia Fluviale, il Bosco dell’Isola, il Bosco di Barco.

Il rilievo è stato effettuato incrociando i dati già disponibili del Parco Oglio Nord, con una mappatura partecipata realizzata dagli scout soncinesi con GPS portatili. E’ stata studiata una cartellonistica, realizzata ed installata dagli stessi scout. Questi stessi itinerari sono stati raccolti all’interno di una mappa cartacea liberamente accessibile.
Visualizza qui la mappa interattiva su Google Maps
Mappa CR Soncino Fiume Oglio (IGM 1:25.000) Soncino. Orzinuovi, Barco, Bonpensiero
Mappa CR Soncino Fiume Oglio (IGM 1:25.000) Soncino, Orzinuovi, Torre Pallavicina
Mappa CR Bosco di Barco a Soncino per Orienteering
Mappa Fiume Oglio Soncino, Barco, Quinzano, Castelvisconi, Azzanello, Genivolta (CTR)

pannello-png-web


Alla scoperta del Fiume Oglio con le Canoe

L’acqua, con mari, fiumi, laghi, completa l’ambiente naturale che gli scout propongono ai ragazzi ed alle ragazze attraverso la vita all’aperto. Scout the River intende promuovere la scoperta dell’ambiente acquatico, fruendo il fiume in canoa mediante un corso teorico e pratico (con un istruttore qualificato) per i ragazzi scout in grado di trasmettere le nozioni necessarie a condurre in autonomia la propria canoa. Il corso, in parte finanziato dal bando think town è in corso di svolgimento dall’estate del 2016 e si concluderà nell’estate del 2017. Grazie ad una collaborazione con il gli scout del Cremona2, il nostro gruppo dal 2016 ha la gestione di tre grandi canoe canadesi che saranno a disposizoine in Colonia ed utilizzate per il corso.
Nell’ambito della fruizione fluviale è stata realizzata una mappatura completa del fiume Oglio, per un tratto di 26km baricentrici alla Colonia Fluviale, da Rudiano fino a Quinzano d’Oglio. Questa mappa georeferenzia gli approdi, i boschi ed i ponti necessari per la logistica delle discese fluviali.

L’AGESCI dispone di un settore specificatamente indirizzato alla creazione di proposte scout in ambiente acqua (mare, laghi, fiumi), è organizzata a livello nazionale e regionale attraverso basi nautiche e centri nautici, strutture dotate delle necessarie caratteristiche logistiche, tecniche, attrezzature e dotazioni di mezzi, costituite da Capi e Tecnici che offrono la propria competenza con lo scopo di permettere ad altri scout di sperimentare l’acqua come ambiente educativo. Tali strutture sono nominate dagli Incaricati Nazionali al Settore Nautico AGESCI ed entrano a far parte di un circuito per eventi e campi di formazione.

Materiali e risorse:
Scoutismo nautico in Branca R/S (manuale per capi, 2015)
Inserto Speciale “Settore Nautico” in preparazione 3° conferenza scautismo nautico 2000
Baden Powell. “Scautismo nautico per ragazzi” 1911. Edizioni Scout Fiordaliso. 2010
Atti della 7° Conferenza Scout Nautici 2008
Giochi Nautici in Branca E/G ed L/C
Proposte nautiche per la Branca E/G “Una proposta Bagnata” 2017

“Nessuno Scout può considerarsi completamente tale
fino a che non sa nuotare e compiere salvataggi in acqua”.

Baden Powell, fondatore del movimento scout


Valorizzazione della Colonia Fluviale, uno spazio a misura di Scout

mappa-coloniaLa Colonia Fluviale a Soncino. sulle rive del Fiume Oglio, è un luogo dallo straordinario potenziale, costruita al centro di un parco naturale sulle rive del fiume.

Diversi usi le sono stati affidati, negli anni 50 fu un luogo per le vacanze estive per i bambini, poi abbandonato. Oggi è la sede del Gruppo H Quartier Brolo e degli scout soncinesi, che ne han trasformato una parte in base fluviale. Qui viene realizzata la Festa del Fiume, un evento benefico che coinvolge 80 volontari e raccoglie fondi per progetti ad elevato impatto sociale.

Si trova in una posizione strategica, a due passi dal ponte che unisce la sponda cremonese a quella bresciana, al crocevia di diversi itinerari escursionistici nel Parco dell’Oglio, sul lato della Ciclovia del Fiume Oglio, al centro di due boschi di rara bellezza, al termine di un percorso pedonale verso Soncino, un borgo medioevale cinto da mura e difeso da un imponente Castello costruito qui proprio perchè il fiume aveva scavato una valle naturale.

La Colonia rappresenta il luogo ideale dove organizzare uscite scout per lupetti, esploratori e clan; nonchè per eventi dei vari livelli associativi (workshop, epppi, campi di specializzazione, CFT, CFM, CFA, CAM) . Il gruppo scout di Soncino è in grado di supportarvi attraverso attività già sperimentate e mettendo a disposizione servizi e strutture, presso la colonia il gruppo scout può mettere a disposizione su prenotazione:

    1. un grande prato per giochi all’aria aperta e parco interno con alberi d’alto fusto,
    2. attrezzatura per le discese fluviali con canoe canadesi e kayak,
    3. discesa in gommone con istruttore guida fluviale (su prenotazione),
    4. corsi di canoa e kayak (su prenotazione),
    5. spazio barbecue e tavoli per pranzare,
    6. mappe e bussole per attività di topografia, itinerari escursionistici ed orienteering (mappe scaricabili anche qui),
    7. palerie, corde e pannelli per costruzioni di pioneristica e campismo,
    8. fornelloni a gas e pentoloni per cucinare grandi quantità,
    9. telo e proiettore per film e documentari,
    10. pubblicazioni naturalistiche e storiche per giochi a tema (realizzati dal Parco Oglio Nord e disponibili qui),
    11. la struttura è dotata di una rampa per l’accessibilità delle carrozzine ed è presente un bagno per disabili.

Scarica qui la brochure della Colonia Fluviale

Qui la mappa digitale per arrivare dalla Stazione di Crema alla Colonia di Soncino in bicicletta, su piste ciclabili, strade a bassa percorrenza ed alcuni tratti d’attenzione sulla provinciale.


loghistica-piede-sito

More info: scout.soncino@gmail.com

Annunci